Eosinofili

EosinofiliGli eosinofili sono granulociti contraddistinti da nucleo bilobato e citoplasma riempito da circa 200 granuli contenenti enzimi conosciuti e altri che ancora non sono stati studiati nel dettaglio. In un individuo in salute costituiscono dall’1 al 5% della popolazione leucocita ematica, ma è nei tessuti che trascorrono la loro breve esistenza (una settimana all’incirca); come gli altri globuli bianchi hanno origine per ematopoiesi nel midollo osseo, dove impiegano più o meno otto giorni prima di divenire cellule mature ed essere immessi nei vasi sanguigni. Il loro sviluppo è molto simile a quello dei neutrofili. Le maggiori risorse di eosinofili le troviamo nel tratto gastrointestinale, nei polmoni e nella pelle.
Svolgono numerosi e importanti funzioni: li ritroviamo coinvolti nei processi infiammatori, in particolare in quelli allergici, ma sono implicati anche nella risposta immunitaria contro parassiti e batteri. Allergie, infezioni, trattamenti farmacologici a base di corticosteroidi, anfetamine, tranquillanti o antibiotici possono determinare eosinofilia, cioè la conta di eosinofili alti. Intossicazioni da alcool possono ridurne le unità.

Eosinofilia

L’eosinofilia consiste in un aumento sostanziale degli eosinofili, solitamente configurabile in un innalzamento di oltre il 7% della conta totale dei leucociti. Nel sangue è diagnosticabile mediante esame emocromo, nei tessuti con esame istopatologico.

L’elevato numero di eosinofili nel sangue può essere idiopatico o primario, o secondario, dipendente quindi da un’altra patologia.
Nel mondo occidentale,  le allergie o malattie atopiche sono le cause più comuni, in particolare quelle delle vie respiratorie o del sistema tegumentario. Nei paesi in via di sviluppo, i parassiti sono la causa più comune. Un’ infezione parassitaria in un tessuto dell’organismo può essere causa di eosinofili alti. Le malattie che presentano l’eosinofilia come sintomo sono le seguenti:

  • Allergie
  • Asma
  • Febbre da fieno
  • Dermatite erpetiforme
  • Esofagite eosinofila
  • Gastroenterite eosinofila
  • Infezioni parassitarie
  • Alcuni tumori maligni
  • Leucemia linfoblastica acuta
  • Leucemia mieloide cronica
  • Leucemia eosinofila
  • Linfoma di Hodgkin
  • Alcune forme di linfoma non-Hodgkin
  • Malattie autoimmuni sistemiche
  • Mastocitosi sistemica
  • Alcune forme di vasculite come la sindrome di Churg-Strauss
  • Embolia
  • Nefropatia interstiziale
  • Sindrome ipereosinofila idiopatica